I Gonzaga e la moda – parte II

con Nessun commento

Per la famiglia Gonzaga, la moda e il constume costituivano un efficace mezzo attraverso il quale poter veicolare la propria immagine presso le altre corti europee. Anche grazie ai numerosi documenti che sono giunti sino ai giorni nostri è stato possibile ricostruire il sistema moda dell’epoca. 

Per comprendere quanta importanza rivestisse la moda pure nel periodo che va circa dal 1400 a 1600 è necessario fare un tuffo nel passato e immaginare la vita di corte. Attraverso i ricchi tessuti e la raffinata fattura degli abiti passa il nuovo concetto legato alla cultura della moda. Donne e uomini d’alto rango si incrociano tra i corridoi di palazzo ducale facendo a gara nello sfoggiare vestiti lussuosi, sfarzosi e ricchi oltre ogni immaginazione. La moda viene studiata anche dagli scritti di molti autori del periodo.  L’influenza dello sfarzo sugli ambasciatori e sulle altre corti del tempo diviene parte di una scelta ben precisa di strategia di rappresentanza.

La corte diventa quindi essa stessa una sorta di rappresentazione politica dello sfarzo individuale e collettivo gonzaghesco, una fusione dei gusti delle singole personalità che influenza chiunque venga in contatto con gli aristocratici mantovani.

    wpChatIcon