I costumi carnevaleschi spesso si ispirano ai cartoni animati che sono entrati nell’immaginario collettivo. Con il termine cartoni animati si intendono tutti quei prodotti televisivi che corrispondono agli animated cartoon anglosassoni. Negli ultimi anni i cartoons, che a volte si trovano abbreviati in “toons”, hanno avuto una vastissima diffusione, influenzando prepotentemente la cultura e il costume della società attuale.
I disegni animati hanno consentito di ampliare l’immaginario collettivo che precedentemente li relegava al solo ambito infantile e sono ormai diventati parte integrante delle aspirazioni e dei sogni degli adulti provenienti da tutte le estrazioni sociali.
Negli ultimi tempi i cartoni animati e cartoons trovano sempre maggior impiego in ambito pubblicitario e di merchandising.
Sovente i personaggi presenti sia in cortometraggi d’animazione che in lungometraggi diventano vere e proprie icone e modelli per realizzare costumi e abiti di scena.
Basti pensare all’influenza che hanno avuto i cartoni animati di Walt Disney o di Hanna e Barbera o più recentemente i film dello studio Gibli.
I costumi che ne derivano sono i più svariati. Vanno da quelli degli Incredibili a Biancaneve e i sette nani passando da Shrek e Chiuchino.
In questo ambito la realizzazione degli abiti ispirati al tema è praticamente illimitata e consente di dare libero sfogo alla più sfrenata fantasia dei progettisti.

Pagine collegate